Da una pratica di yoga ad una giornata di vita quotidiana, oggi le persone utilizzano le Japamala in tutto il mondo, usandole sia per la meditazione che indossandole.
Tuttavia, questa tendenza, racchiude tradizione e simbolismo significativi, ed è importante conoscerli.

Le Mala, furono create per la prima volta in India 3000 anni fa (con radici nell’Induismo e nel Buddismo), venivano usate per uno speciale stile di meditazione e la natura circolare di queste “collane” si collega alla credenza indù secondo cui tutta la via è ciclica, senza un inizio o una fine.

Il termine mala è una parola sanscrita e significa “ghirlanda”, mentre japa è l’atto di ripetere costantemente certe parole o mantra durante la meditazione

Tradizionalmente è composta da 108 grani sacri (ma il numero è sempre divisibile per nove, come 18, 27 e 54) con inserito poi un Guru, che è più grande e spesso accompagnato da un ciuffo (il loto dai mille petali) o da un ciondolo.

Ogni grano evoca una frequenza energetica basata sul suo materiale, pietra o seme che sia, mentre la perla Guru viene usata come un “segnaposto” per le dita, per sentire la fine o l’inizio durante la meditazione o la ripetizione dei mantra.

A volte, ci sono perle o elementi speciali, anche di forma differente, posizionati dopo alcune pietre per tenere il conteggio e rendere più facile il mantra: i marcatori.

Simile alla preghiera con il rosario, la meditazione con questo strumento sacro e curativo aiuta a rallentare la respirazione favorendo il proprio benessere fisico e mentale ed entrando in uno stato di unione tra mente e corpo.

La ripetizione del mantra di tua scelta reindirizza la mente dalle ossessioni quotidiane e introduce schemi di pensiero positivi.

Oggetti simili sono stati usati per generazioni in una varietà di fedi spirituali tra cui: Buddismo, Cristianesimo (il rosario), Sikhismo, Induismo…

Scegliere la propria Japamala

Ma qual’è il significato di ?

Il numero 108 ha tanti significati in molte culture e discipline diverse.

Alcuni credono che ci siano 108 tappe nel viaggio dell’anima umana, mentre altri associano la possibilità di una illuminazione con l’assunzione di solo 108 respiri al giorno mentre praticano una meditazione profonda.

Indipendentemente dal significato del numero 108, è importante che se una Mala è usata per la recitazione di un mantra, questo sia ricordato con sincerità, devozione e sentimento.

Poiché venivano tradizionalmente create per essere utilizzate come strumento di meditazione, mi piace associarle a questi ideali.

Tuttavia, le Mala, sono anche dei gioielli affascinanti e possono farci stare bene con noi stessi. Non devi solo meditare sulle perline, anche se questo è ciò per cui sono fatte in senso pratico, ma devi associare le tue intenzioni in esse: ricorda i tuoi obiettivi e sogni indossando questo promemoria di chi sei e chi vuoi essere.

Regalare o Regalarsi una Mala

Far dono di una Japamala a qualcuno è un gesto molto importante, è un regalo che continua a dare nel tempo ed è più di un semplice gioiello.

Da dove iniziare?

Ci sono tre fattori molto importanti da considerare in base ai quali puoi scegliere una Japamala.

Intenzione

Le japamala ci aiutano a concentrarci su un’intenzione, quindi cerca di capire quale essa sia per la persona a cui è destinato questo dono.

Che periodo sta attraversando? Con cosa combatte? Quali sono i suoi obiettivi e sogni?

Lo scopo di indossare una Mala è catturare questa intenzione e tenerla come promemoria.

Aiuta chi la indossa a superare la paura, raggiungere un obiettivo, trovare conforto e offre loro supporto in qualsiasi viaggio spirituale e non che sia.

 

Aspetto e stile di vita

Una volta che hai capito l’intenzione, devi valutare  anche l’esteriorità.

Alcune Japamala sono create con solo pietre, altre con pietre e semi, alcune potrebbero avere una nappa da indossare davanti (in seta o in Sari Silk), mentre altre terminare solo con il Guru.

Un fattore importante da considerare quando si parla di aspetto è appunto lo stile di vita.

La persona a cui è destinata è attiva? Pratica qualche sport? Pratica Yoga? La indosserà giornalmente o solo in qualche occasione?

Intuizione
L’ultimo fattore importante su cui concentrarsi è la tua intuizione.

Senti una connessione forte e profonda con un particolare pezzo?

A volte è proprio la Japamala ha scegliere da chi andare, quindi fate molta attenzione e ascoltate la loro “chiamata”.

Una volta considerati tutti e tre gli aspetti, troverai sicuramente una Mala che connette, collega e riflette ciò che la persona a cui è destinata sta cercando… Qualcosa per cui sicuramente ti ringrazierà.

Regalare una Japamala